Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘VOSTRE TESTIMONIANZE’ Category

Un percorso pieno di vita

 di Elena Ricci 

Sono andata a Medjugorje per la prima volta nell’agosto 1990, in tenda, con parte della mia famiglia, dopo aver ascoltato regolarmente, già da alcuni anni, i messaggi che la Gospa donava, ed essere stata precedentemente convertita e formata nella Fede attraverso gli incontri sul Vangelo guidati dai padri gesuiti lungo il corso di dodici anni.

In quell’occasione ho potuto incontrare tutti i veggenti e ascoltare con gli altri pellegrini le loro importanti testimonianze. Poi l’incontro con altre due figure-chiave di Medjugorje, due sacerdoti: p. Slavko, che si dedicava alla cura dei pellegrini con le celebrazioni e le catechesi e p. Jozo, parroco al momento dell’inizio delle apparizioni, che rendeva instancabilmente la sua testimonianza a Tihaljina.

Al mio ritorno, carica della Grazia ricevuta, mi impegnai con fervore a vivere i messaggi così come mi erano stati annunciati. Nell’autunno partecipai al convegno di p. Slavko a Triuggio: “Il peccato come distruzione”. Acquistai molte pubblicazioni allora in commercio e iniziai a leggere quelle di p. Slavko che contenevano meditazioni e preghiere, che mi nutrivano spiritualmente.

Giunsi al libro “Conversando”; diverso dagli altri perché era formato da interviste che il sacerdote faceva a vari personaggi. Esse, in realtà, mi interessavano poco e, proprio quando avevo deciso di lasciarlo, mi imbattei nell’intervista a p. Tomislav Vlasic.

Attraverso le sue parole mi sentii profondamente toccata, provocata e chiamata a rispondere. Mi accorsi che tra i libri acquistati che avevo in casa, alcuni portavano proprio la sua firma. Presi in mano il volume dal titolo “Giovani 2000” e poi “Anime vittime” (Eucaristia vivente). Li lessi.

Non so quanto allora riuscissi a comprendere; però capii che la Madonna, attraverso quelle parole, mi chiamava personalmente, in profondità, a far parte di un suo piano particolare, previsto da Dio per questo tempo. Mi sentii interpellata a rispondere a Lei il mio “sì”.

Lo feci spontaneamente, nel silenzio del mio cuore, il 25 marzo 1992 durante la Messa dell’Annunciazione, in un piccolissimo santuario della mia parrocchia. Dopo poco venni a sapere, attraverso Radio Maria, che a Montesilvano si teneva un convegno condotto da p. Tomislav, per guide di pellegrinaggi e responsabili di gruppi di preghiera. Telefonai, dicendo che mi sarebbe piaciuto partecipare ma ero semplicemente una mamma che pregava con i suoi numerosi bambini. Potei andare.

Conobbi lì p. Tomislav, senza aver prima visto di lui neppure una foto. In lui vidi un grande amore che avvolgeva tutta la sua persona. Mi sentii in sintonia con quanto diceva, ogni cosa corrispondeva alla mia vita, era come scritto dentro di me ed affiorava nel rinnovare il mio “sì” al Signore.

Appresi che p. Tomislav era il terzo sacerdote-chiave dei primi tempi a Medjugorje, inviato lì all’arresto di p. Jozo e che, assieme a p. Slavko, si occupava della cura dei pellegrini, ma in particolare seguiva il gruppo di preghiera che la Madonna aveva voluto e guidava attraverso Jelena per un cammino più profondo, un cammino di consacrazione.

Negli anni successivi partecipai a molti altri ritiri assieme ai miei figli, vidi sorgere la casa Kraljice Mjra a Medjugorje, feci amicizia con chi apparteneva alla Comunità e ne seguii gli avvenimenti.

Non mi son mai sentita né costretta né manipolata in alcun che; al contrario, sia io che la mia famiglia abbiamo sempre respirato un grandissimo rispetto e libertà, in un clima di pace, equilibrio ed armonia. Non ho mai avuto dipendenza dalla persona di p. Tomislav: ogni volta ho incontrato in lui un sacerdote di grandissima umiltà, privo di ogni interesse e ambizione personale.

Le sue parole mi confermavano quello che lo Spirito già risvegliava in me. La sua presenza, la comunione con lui e con chi gli è vicino, mi ha sempre reso partecipe di pace, di gioia e di pienezza nello Spirito Santo, nella semplicità… Dalla prima volta fino ad ora, nei suoi occhi ho sempre e solo visto il desiderio e “l’ansia apostolica” affinché noi rispondessimo con la nostra offerta a Gesù attraverso Maria, per la salvezza dell’umanità.

Questo il percorso che ho seguito senza esitazioni e dubbi in questi vent’anni, accompagnata dalla fede e dalla comunione con le persone che ci hanno creduto: essa è profonda, radicata in Dio e va oltre le occasioni di vedersi e di sentirsi.

Ho attraversato prove nella mia vita: ne ho ricevuto forza, serenità e tutta la mia famiglia ne ha avuto beneficio.  Dalla mia esperienza ritengo fondamentali per Medjugorje le figure di questi tre sacerdoti, testimoni fin dai primi tempi e che, con la loro preghiera, fedeltà ed offerta, sostengono il piano della Madonna.

Mi sento di ringraziarli anche pubblicamente. E naturalmente, ringraziare Dio per tutti questi doni di grazia, che continuano a donare pienezza alla mia vita.


Read Full Post »

Older Posts »